Conseguimento della Laurea

Domanda di laurea

La procedura completa per la domanda di laurea on-line si trova seguendo il percorso: www.unipd.it - Studenti - Laurearsi - Domanda di laurea

REGOLAMENTO PER LA PROVA FINALE DEI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA MOLECOLARE E BIOLOGIA SANITARIA, DM 270

Premessa

Il superamento della prova finale è subordinato alle norme contenute negli art. 5 e 6 del Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale, ed alle norme di funzionamento contenute nel presente Regolamento.

Gli studenti devono svolgere un periodo di attività di ricerca (Internato di Laurea Magistrale) inerente ad argomenti coerenti con il percorso formativo della Laurea Magistrale, da svolgersi presso un laboratorio universitario o di ente esterno pubblico o privato convenzionato con l'università. Con questa attività lo studente acquisisce la conoscenza della metodologia sperimentale, degli strumenti analitici e delle tecniche di analisi ed elaborazione dei dati, e predispone una tesi di laurea originale; la prova si conclude con la discussione della tesi. Gli appelli di Laurea Magistrale si svolgeranno nel corso di tre sessioni.

Figure e Commissioni operanti per il conseguimento della prova finale

La Commissione Stage e Prova finale del CCS espleta tutte le formalità tecniche previste dalle presenti norme. In particolare, fra i compiti di questa Commissione rientra anche quello di predisporre la composizione delle Commissioni di esame finale di Laurea Magistrale e di individuare, all'interno di ciascuna Commissione, un Controrelatore per ognuna delle tesi da valutare.
Il Relatore ha la funzione di seguire lo studente nello svolgimento della tesi, di approvare il contenuto dell'elaborato finale e di esprimere una valutazione approfondita ed autonoma sulle capacità scientifiche e sul bagaglio culturale dello studente. Il Relatore può essere:
- un professore di ruolo o un ricercatore del CCS di Biologia Molecolare;
- un professore di ruolo o un ricercatore del Dipartimento di Biologia, ovvero un docente che insegni in uno dei corsi di laurea gestiti dal Dipartimento di Biologia.
Il Relatore viene nominato dalla Commissione Stage e Prova finale su segnalazione dello studente. La tesi eventualmente svolta presso strutture esterne, universitarie e non, dovrà essere seguita sotto la responsabilità di un Relatore.

Il Correlatore è una figura facoltativa, con funzione di affiancare il Relatore nella guida dello studente durante lo svolgimento dell'internato. Egli può essere un docente che non risponda ai requisiti indicati per il relatore oppure una persona con qualificate competenze scientifiche e/o tecnologiche. La sua nomina da parte della Commissione Stage e Prova finale avviene al momento dell'ammissione dello studente all'Internato di Laurea Magistrale. Rimane ferma la responsabilità del solo Relatore nella valutazione dell'operato dello studente durante l'internato. Il nome del Correlatore figurerà insieme a quello del Relatore sul frontespizio della tesi.

La Commissione per l'esame finale di Laurea Magistrale viene nominata dal Direttore ed è composta dal Presidente e da almeno quattro Commissari, compreso il Relatore. La Commissione viene proposta dalla Commissione Stage e Prova finale, che individua tra i Commissari il ruolo di Controrelatore per ciascuna delle tesi da discutere. La valutazione finale, che terrà conto dell'intero percorso degli studi e delle competenze, conoscenze ed abilità acquisite, e la proclamazione verranno effettuate dalla Commissione per l'esame finale. L'eventuale Correlatore potrà far parte della Commissione come membro invitato senza diritto di voto.

Ammissione all'Internato di Laurea Magistrale

Per l'ammissione all'Internato di Laurea Magistrale, secondo le scadenze di seguito indicate, lo studente dovrà aver superato tutti gli esami del primo anno di corso.

Scadenze per presentare le domande di Internato

  • Presentazione della domanda: 31 luglio                             inizio internato: 1 settembre
  • Presentazione della domanda: 30 settembre                    inizio internato: 1 novembre
  • Presentazione della domanda: 15 febbraio                        inizio internato: 1 marzo

La prima scadenza è riservata agli studenti che avranno superato tutti gli esami del primo anno entro il mese di luglio. La seconda scadenza è riservata agli studenti che avranno superato tutti gli esami del primo anno entro il mese di settembre. La terza scadenza è riservata agli studenti che avranno superato tutti gli esami del primo anno entro il primo semestre; a partire dall'a.a. 2012-13 per chi accede all'Internato con questa scadenza la prima sessione utile per il conseguimento della Laurea Magistrale è quella autunnale (anziché dicembre) dello stesso anno solare (vedi scadenze).

La domanda di ammissione va consegnata alla Segreteria Didattica del CCS utilizzando l'apposita scheda:

Nella domanda lo studente, accordatosi con il Relatore, riporterà il nominativo del Relatore (e dell'eventuale Correlatore) presso il cui laboratorio svolgerà la tesi, nonché l'argomento generale che intende trattare. Alla domanda deve essere allegata la documentazione comprovante gli esami sostenuti con le relative votazioni.

La Commissione Stage e Prova finale valuta le domande pervenute e comunica tramite la Segreteria Didattica le decisioni prese.

Una volta iniziato l'Internato lo studente potrà cambiare l'argomento della tesi o il Relatore, solo per giustificati motivi, che saranno vagliati dalla Commissione Stage e Prova finale. Nel caso venga assegnato un nuovo Relatore, viene considerato nullo l'eventuale periodo di Internato precedentemente compiuto, salvo diversa disposizione della Commissione Stage e Prova finale.

Per gli studenti che svolgono l'internato in Erasmus o all'interno del Doppio Diploma: verificare che il tutor straniero abbia compilato e inviato per email il modulo di valutazione dello studente.

Conclusione dell'Internato e conseguimento della Laurea Magistrale

Sarà cura dello studente presentare la domanda di Laurea Magistrale secondo le scadenze e le modalità fissate dall'Ateneo. Il CCS predispone un avviso che viene pubblicato con congruo anticipo nel sito web del CCS.

Alla fine dell'internato e secondo le scadenze e modalità previste dall'avviso di cui sopra, lo studente presenterà alla Segreteria Didattica tutta la documentazione richiesta.

La discussione del materiale presentato dallo studente per la prova finale avverrà di fronte alla Commissione per l'esame finale di Laurea Magistrale. Ai sensi dell'Art. 6 comma 2 del Regolamento didattico della Laurea Magistrale, il voto finale di Laurea Magistrale è costituito dalla media dei voti, pesati per i relativi CFU, degli esami conseguiti in base al proprio piano di studio, espressa in centodecimi, più il punteggio derivante dalla prova finale, e così ripartito: da –1 a + 3 punti assegnati dal Relatore; da –1 a + 5 punti assegnati dal Controrelatore; da –1 a + 4 punti assegnati dalla Commissione; il punteggio attribuito alla prova finale è compreso perciò tra – 3 e + 12 punti. In questa attribuzione sono ammesse frazioni pari a 0,5 punti.

La proposta di lode è ammessa qualora lo studente si presenti con una media ponderata dei voti di esame non inferiore a 102/110, deve essere comunicata ai membri della Commissione di laurea magistrale prima dell'ingresso del Candidato e deve essere accettata all'unanimità. L'attribuzione della lode deve avvenire in base alla valutazione sia del curriculum complessivo sia della qualità della tesi e della discussione sostenuta dal candidato.

(delibere del CCS del 18/11/08, del 20/06/11, e del 22/10/12) - (emendato il 24/10/2013)

AGGIORNATO AL 5 MAGGIO 2017

Come preparare la tesi di laurea magistrale (DM 270)

Caratteristiche della Tesi
Massimo 80 facciate (fronte/retro) comprensive di Figure, Tabelle e Bibliografia:
• Abstract (massimo 200 parole) redatto in lingua italiana o inglese a scelta dello studente
• Bibliografia (massimo 35 referenze)

Possibilità di redigere la tesi in lingua inglese
Gli studenti che svolgono l'internato, o parte dell'internato all'estero, possono redigere la tesi in lingua inglese, includendo un ampio riassunto in italiano. Per questi studenti non è richiesta alcuna forma di preavviso. Inoltre, in base a specifiche delibere della Commissione didattica (15/06/2009, 15/07/2010) è possibile redigere la tesi in lingua inglese anche se svolta in Italia, alle seguenti condizioni:
a) adeguata motivazione della richiesta da parte dello studente interessato, indirizzata al Presidente della Commissione Stage e Prova Finale
b) parere positivo del Relatore, che sarà acquisito direttamente dal Presidente della Commissione Stage e Prova Finale.
Il Presidente della Commissione Stage e Prova Finale è direttamente responsabile della valutazione di queste richieste.
Agli studenti che redigono la tesi in lingua inglese viene data possibilità di sostenere la discussione della tesi nella stessa lingua, oppure in italiano. Indipendentemente dalla scelta, la qualità della esposizione fa parte degli elementi di valutazione del candidato.

Si ricorda a tutti gli studenti che l'elaborato deve essere originale, sia per quanto riguarda i dati sperimentali che nell'articolazione del testo. Per le figure tratte da altre fonti deve essere riportata chiaramente l'indicazione bibliografica.